Dopo le incertezze e le perplessità che, nel Settecento razionalista e ‘illuminato’, avevano accompagnato la lettura di Dante, l’Italia del primo Ottocento conosce un ‘ritorno’ della Commedia, per merito, soprattutto, di Vincenzo Monti, impegnato (come è noto) anche nel restauro di Omero con l’edizione dell’Iliade. In questo quadro, fra neoclassicismo napoleonico e prima Restaurazione, Dante è nuovamente al centro dell’attenzione; il contributo indaga i termini del revival nelle prose polemiche, nei giornali, nella trattatistica, nella letteratura militante di orientamento romantico.

Dante e la prima generazione romantica

Salvade', Anna Maria
2017

Abstract

Dopo le incertezze e le perplessità che, nel Settecento razionalista e ‘illuminato’, avevano accompagnato la lettura di Dante, l’Italia del primo Ottocento conosce un ‘ritorno’ della Commedia, per merito, soprattutto, di Vincenzo Monti, impegnato (come è noto) anche nel restauro di Omero con l’edizione dell’Iliade. In questo quadro, fra neoclassicismo napoleonico e prima Restaurazione, Dante è nuovamente al centro dell’attenzione; il contributo indaga i termini del revival nelle prose polemiche, nei giornali, nella trattatistica, nella letteratura militante di orientamento romantico.
9788897530947
Dante
Commedia
Ottocento
Romanticismo
Conciliatore
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Dante e la prima generazione romantica.pdf

non disponibili

Descrizione: saggio
Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 291.76 kB
Formato Adobe PDF
291.76 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1054473
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact