Il volume prende le mosse da una riflessione sul significato ancestrale e religioso del nesso tra debito e credito e si sofferma sulla centralità del debito nella costruzione economica e giuridica della società globale in epoca di imperante capitalismo tecnologico-finanziario e sulla crisi endemica come dispositivo di governo dell’homo oeconomicus, videns et consumans, attraverso le possenti voci di grandi giuristi del Novecento, il pensiero dei quali viene attualizzato alla stregua della dematerializzazione e della moltiplicazione infinita dei debiti e delle incessanti riforme legislative, poste a servizio della tutela e dell’autotutela esecutiva dei crediti, specialmente bancari, con diuturne novelle che hanno ampiamente interessato anche le procedure concorsuali di regolazione della crisi e dell’insolvenza, generalizzate ed estese a ogni sorta di debitore, sovraindebitato e colpito da postmoderna sacertas per insufficiente ‘merito creditizio’ o rating, che dir si voglia. Siamo tutti eternamente debitori: individui, famiglie, imprese e nazioni. E all’idolum tribus del dio mercato tutti impetriamo una clemente esdebitazione, alte levando dissonanti voci con i versetti del Pater noster: «Et dimitte nobis debita nostra, sicut et nos dimittimus debitoribus nostris».

"Come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori". Il 'Pater noster' secondo Francesco Carnelutti e la responsabilità del debitore

Tedoldi, Alberto Maria
2021

Abstract

Il volume prende le mosse da una riflessione sul significato ancestrale e religioso del nesso tra debito e credito e si sofferma sulla centralità del debito nella costruzione economica e giuridica della società globale in epoca di imperante capitalismo tecnologico-finanziario e sulla crisi endemica come dispositivo di governo dell’homo oeconomicus, videns et consumans, attraverso le possenti voci di grandi giuristi del Novecento, il pensiero dei quali viene attualizzato alla stregua della dematerializzazione e della moltiplicazione infinita dei debiti e delle incessanti riforme legislative, poste a servizio della tutela e dell’autotutela esecutiva dei crediti, specialmente bancari, con diuturne novelle che hanno ampiamente interessato anche le procedure concorsuali di regolazione della crisi e dell’insolvenza, generalizzate ed estese a ogni sorta di debitore, sovraindebitato e colpito da postmoderna sacertas per insufficiente ‘merito creditizio’ o rating, che dir si voglia. Siamo tutti eternamente debitori: individui, famiglie, imprese e nazioni. E all’idolum tribus del dio mercato tutti impetriamo una clemente esdebitazione, alte levando dissonanti voci con i versetti del Pater noster: «Et dimitte nobis debita nostra, sicut et nos dimittimus debitoribus nostris».
978-88-15-29289-6
debiti responsabilità patrimoniale Pater noster Carnelutti
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1051655
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact