Una riflessione sull'Africa mitica di Pasolini, e prima di lui di Freud, che ne fanno il luogo di una dimensione femminile scatenata e insondabile; una riflessione, a partire da qui, sul femminile e sull'Africa al di là del mito, che come si sa è ciò di cui, soprattutto, parla la ragione, parlando di sé.

Archeologia di uno spostamento africano. Note a partire dall'Orestiade di Pasolini

Federico Leoni
2020

Abstract

Una riflessione sull'Africa mitica di Pasolini, e prima di lui di Freud, che ne fanno il luogo di una dimensione femminile scatenata e insondabile; una riflessione, a partire da qui, sul femminile e sull'Africa al di là del mito, che come si sa è ciò di cui, soprattutto, parla la ragione, parlando di sé.
9788898367498
Orestea, Eschilo, Pasolini, Freud, femminile, femminilità, sessualità, Europa, Africa, psicoanalisi
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1044958
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact