'Prendet seyesçientos marcos': denaro vile e nobile nel Cantar de mio Cid