Ispirato a una celebre letrilla di Quevedo, il titolo del volume si pone già come sintesi essenziale del dibattito attorno al potere che il denaro assume di volta in volta nella letteratura spagnola, a seconda della temperie sociale e del clima politico in cui viene evocato. Colpisce infatti l’insistenza con cui la formula del denaro che “todo lo puede” (oppure “que todo lo iguala” o “todo lo suelda”) appare lungo tutto l’arco cronologico (dall’epica delle origini alle derive allegoriche della tarda letteratura aurea) tracciato dai suoi tredici interventi, così come la presenza, nelle varie materie in essi affrontate, di ricorrenti stereotipi e pregiudizi.

Poderoso caballero Il denaro nella letteratura spagnola dal Medioevo ai Secoli d’Oro

Gambin Felice
2020-01-01

Abstract

Ispirato a una celebre letrilla di Quevedo, il titolo del volume si pone già come sintesi essenziale del dibattito attorno al potere che il denaro assume di volta in volta nella letteratura spagnola, a seconda della temperie sociale e del clima politico in cui viene evocato. Colpisce infatti l’insistenza con cui la formula del denaro che “todo lo puede” (oppure “que todo lo iguala” o “todo lo suelda”) appare lungo tutto l’arco cronologico (dall’epica delle origini alle derive allegoriche della tarda letteratura aurea) tracciato dai suoi tredici interventi, così come la presenza, nelle varie materie in essi affrontate, di ricorrenti stereotipi e pregiudizi.
978-884675835-4
denaro, letteratura spagnola, secoli d'oro
dinero, literatura española, siglor de oro
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1041800
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact