La fine del periodo di transizione prevista per il 31 dicembre 2020 comporta, tra le sue molteplici conseguenze, anche quella relativa alla modifica dell’assetto normativo rilevante nell’attività degli ufficiali di stato civile e anagrafe, che pone in collegamento gli strumenti UE e internazionali in materia di cooperazione giudiziaria civile con i sistemi nazionali ai fini del riconoscimento degli status personali e familiari a seguito dell’esercizio della libera circolazione all’interno dell’Unione. Lo scritto si propone di illustrarne alcuni aspetti, secondo la prospettiva dell’ordinamento italiano.

Brexit e le conseguenze in materia di stato civile e anagrafe

Baruffi, Maria Caterina
2021

Abstract

La fine del periodo di transizione prevista per il 31 dicembre 2020 comporta, tra le sue molteplici conseguenze, anche quella relativa alla modifica dell’assetto normativo rilevante nell’attività degli ufficiali di stato civile e anagrafe, che pone in collegamento gli strumenti UE e internazionali in materia di cooperazione giudiziaria civile con i sistemi nazionali ai fini del riconoscimento degli status personali e familiari a seguito dell’esercizio della libera circolazione all’interno dell’Unione. Lo scritto si propone di illustrarne alcuni aspetti, secondo la prospettiva dell’ordinamento italiano.
979-12-5976-088-3
Brexit, stato civile e anagrafe, cooperazione giudiziaria civile, circolazione degli status personal e familiari
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1033268
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact