Per l’epistolario di Giovita Scalvini. Due lettere a Giacinto Mompiani e a Giovanni Arrivabene