Questa edizione del teatro musiliano presenta diverse novità per il lettore italiano: oltre ai due drammi già noti, I fanatici (1921) e Vinzenz e l’amica di uomini importanti (1923), si pubblica qui la traduzione dell’inedito Preludio al mélodrame «Lo zodiaco» (1920). Si tratta della prima opera teatrale pubblicata dall’autore da cui emergono, insieme, il debito verso il teatro espressionista così come il tentativo di distaccarsene. Il teatro di Musil è, nelle sue parole, «una nebbia di materia spirituale». Attraverso interminabili discussioni, i suoi protagonisti descrivono ciò che l’autore ha chiamato «l’altro stato», l’utopia, il possibile, in altre parole una realtà alternativa dove i criteri e il conformismo dello «stato normale», in cui tutti noi viviamo, si dissolvono. Dimorando in questa dimensione atemporale, i personaggi musiliani giungono a noi senza perdere la loro freschezza e attualità. Vale tuttora ciò che ha affermato il regista Hans Neuenfels a proposito del teatro di Musil: è «il più importante della letteratura tedesca […] in cui si riflette, nel mondo più attuale, sul rapporto o non-rapporto fra uomo-donna, sull’individuo, e sull’essenza del tempo e della realtà».

Teatro

Salgaro Massimo
2020

Abstract

Questa edizione del teatro musiliano presenta diverse novità per il lettore italiano: oltre ai due drammi già noti, I fanatici (1921) e Vinzenz e l’amica di uomini importanti (1923), si pubblica qui la traduzione dell’inedito Preludio al mélodrame «Lo zodiaco» (1920). Si tratta della prima opera teatrale pubblicata dall’autore da cui emergono, insieme, il debito verso il teatro espressionista così come il tentativo di distaccarsene. Il teatro di Musil è, nelle sue parole, «una nebbia di materia spirituale». Attraverso interminabili discussioni, i suoi protagonisti descrivono ciò che l’autore ha chiamato «l’altro stato», l’utopia, il possibile, in altre parole una realtà alternativa dove i criteri e il conformismo dello «stato normale», in cui tutti noi viviamo, si dissolvono. Dimorando in questa dimensione atemporale, i personaggi musiliani giungono a noi senza perdere la loro freschezza e attualità. Vale tuttora ciò che ha affermato il regista Hans Neuenfels a proposito del teatro di Musil: è «il più importante della letteratura tedesca […] in cui si riflette, nel mondo più attuale, sul rapporto o non-rapporto fra uomo-donna, sull’individuo, e sull’essenza del tempo e della realtà».
978-88-5510-075-5
Robert Musil. teatro, letteratura in lingua tedesca
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Traduzione_submitted.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 708.78 kB
Formato Adobe PDF
708.78 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
La Repubblica Robinson 21 Novembre 2020.pdf

non disponibili

Descrizione: Recensione su Robinson di Repubblica, 21 novembre 2020
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 753.67 kB
Formato Adobe PDF
753.67 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Corriere della Sera La Lettura 22 Novembre 2020.pdf

non disponibili

Descrizione: Recensione La lettura del corriere della sera. 22 novembre 2020
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 716.14 kB
Formato Adobe PDF
716.14 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Ilcristallo.it_recnesioneMassimoBertoldi.pdf

accesso aperto

Descrizione: Recensione di Massimo Bertoldi su "Il cristallo"
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 263.44 kB
Formato Adobe PDF
263.44 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
drammaturgia.it_recensione.pdf

accesso aperto

Descrizione: Recensione di Alberta Liberto su "Drammaturgia.it"
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 223.84 kB
Formato Adobe PDF
223.84 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
recensione_Teatro_sole24ore.pdf

non disponibili

Descrizione: Recensione sole 24 ore da parte di Flavia Foradini
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 252.73 kB
Formato Adobe PDF
252.73 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
recensioneTeatroMusilsipario22032021.pdf

accesso aperto

Descrizione: Recensione di Nicola Arrigoni su Il sipario.it del 22 marzo 2021
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 338.11 kB
Formato Adobe PDF
338.11 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1020080
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact