I Modelli 231 sono ordinati alla prevenzione dei rischi di reati commessi nell’interesse o a vantaggio dell’Ente. In tale prospettiva, il contributo preliminarmente sofferma l’attenzione su due nozioni chiave poste alla radice della funzione di prevenzione dei rischi: i) la nozione di rischio alla cui prevenzione sono deputati i Modelli 231 e ii) la nozione di protocollo, da intendersi come lo strumento per prevenire quel rischio. Segue l'approfondimento dei requisiti di cui devono essere dotati i Modelli 231 per essere qualificati come adeguati.

Artt. 5, 6 e 7 - Profili aziendali

Silvano Corbella
2019-01-01

Abstract

I Modelli 231 sono ordinati alla prevenzione dei rischi di reati commessi nell’interesse o a vantaggio dell’Ente. In tale prospettiva, il contributo preliminarmente sofferma l’attenzione su due nozioni chiave poste alla radice della funzione di prevenzione dei rischi: i) la nozione di rischio alla cui prevenzione sono deputati i Modelli 231 e ii) la nozione di protocollo, da intendersi come lo strumento per prevenire quel rischio. Segue l'approfondimento dei requisiti di cui devono essere dotati i Modelli 231 per essere qualificati come adeguati.
Modelli 231,Organizzazione Gestione e Controllo, d.lgs. 231/2001
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1011865
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact