La percezione del suolo come “memoria storica” dei cambiamenti ambientali