Epica, storiografia e tragedia tra libertà e determinismo profetico