La comunicazione tra mente e corpo come questione etica