Per un’etica della comunicazione a partire da Kant: guadagni e criticità